I cavalli di San Marco
Apr22

I cavalli di San Marco

I cavalli di San Marco La splendida quadriga che ora adorna la facciata della chiesa di San Marco è probabilmente l’opera che, oltre a possedere qualità sublimi dal punto di vista artistico, ha la più grande valenza in campo simbolico. Fig. 1. Arthur William Heintzelman (American, 1891-1965) Cavalli di San Marco, Venezia Drypoint and etching, 1930. Editino, 65. L’origine dei cavalli è stata per secoli fonte di dibattiti continui in...

Read More
Costantino IX Monomaco
Apr18

Costantino IX Monomaco

Costantino IX Monomaco “Rovina e desolazione della basileia dei Romani”. In questi termini Cecaumeno, l’autore dello Strategikon, si riferiva al governo di Costantino Monomaco pochi anni dopo la sua scomparsa, e colui che tanto godette del favore del basileus, il brillante ma perfido Michele Psello, di Costantino IX scriveva che “prendendosi poche cure ma in compenso moltissimi diletti e godimenti, fu all’origine di più d’un focolaio...

Read More
Giovanni II Comneno
Apr15

Giovanni II Comneno

Giovanni II Comneno L’ascesa al trono Le relazioni familiari giocarono un ruolo fondamentale nel quadro politico dell’impero, e Alessio I Comneno giocò bene. I suoi rapporti con Maria di Alania, già moglie di Michele VII Ducas e Niceforo Botaniate, ed il suo matrimonio con Irene Ducena gli furono di ben grande giovamento. E proprio il figlio di Michele VII, Costantino Ducas, per un certo periodo fu l’erede designato,...

Read More
Maurizio Imperatore
Apr12

Maurizio Imperatore

Maurizio Imperatore “Uomo temperato ed avveduto, estremamente preciso in tutte le cose, non era schiavo dell’agitazione; morigerato e coerente nello stile di vita e nei costumi, avvezzo soltanto ai cibi necessari e comuni, dominava pure tutti gli altri vizi che danno lustro all’esistenza dei dissoluti”. (Evagrio di Epifania, Storia Ecclesiastica, V, 19). Gli antefatti (539 – 582 d.C.) Flavio Maurizio nacque intorno al 539 d.C. ad...

Read More
Teodosio I il Grande
Apr11

Teodosio I il Grande

TEODOSIO I IL GRANDE  “Vedendo lo stato decaduto e quasi in rovina, con la stessa preveggenza con la quale in altro tempo Nerva aveva scelto lo spagnolo Traiano, che restaurò lo stato, anche Graziano scelse Teodosio, pure spagnolo, e nell’urgenza di rimettere ordine nello stato lo vestì della porpora a Sirmio, e lo mise a capo dell’Oriente e della Tracia. Con preveggenza in questo superiore: che se Teodosio in tutte le virtù umane fu...

Read More