Giovanni VI Cantacuzeno
Mag22

Giovanni VI Cantacuzeno

Giovanni VI Cantacuzeno Andronico II Paleologo regnava da ormai quasi quarant’anni su un impero in profonda crisi, ma tutto pareva, sia pure tra poche luci e molte ombre, proseguire stancamente verso un futuro relativamente stabile, tanto più che la minaccia catalana era stata deviata verso altri lidi. Il sovrano regnava, suo figlio Michele IX era erede designato e dopo di lui sarebbe asceso al trono il nipote Andronico III,...

Read More
La Calabria bizantina
Mag08

La Calabria bizantina

La Calabria bizantina Quando con la conquista normanna vennero meno prima il potere politico dell’Impero Romano d’Oriente, con il ritiro delle truppe e degli ultimi funzionari, e, pochi anni dopo, ogni legame disciplinare tra le diocesi calabresi e il patriarcato di Costantinopoli, la nostra terra divenne, o ritornò, latina. Non per questo si potevano perdere le memorie dei sei secoli in cui la Calabria era stata una terra bizantina,...

Read More
Costantino VIII
Mag04

Costantino VIII

Costantino VIII La biografia del fratello e successore di Basilio II non è tanto materia d’interesse dello storico, ma dello psicologo. Davvero sottile ed interessante il rapporto fra questi due fratelli, il maggiore responsabile e austero, il minore frivolo e superficiale: un caso classico, da manuale, in cui la tradizionale dinamica dei rapporti fra primo e secondogenito si trasferisce pari pari sul campo della storia istituzionale...

Read More
L’optimum climatico medievale
Mag03

L’optimum climatico medievale

L’optimum climatico medievale Per “Optimum climatico medievale” si intende la fase di clima relativamente caldo attraversata dall’Europa nell’Alto Medioevo. Secondo la tesi espressa negli anni Sessanta dal celebre climatologo H.Lamb, fra il 750 e il 1200 il nostro continente registrò valori di 1-1,5°C più alti di quelli attuali (media 1900-1960). La frequente presenza di alte pressioni alle latitudini nord-europee...

Read More
Andronico I Comneno
Mag02

Andronico I Comneno

Andronico I Comneno “Per questo tutta la città desiderava Andronico e il suo arrivo era considerato come una face, un astro splendente in una notte senza luna(1)”.  “Giunto il mattino, non c’era abitante della città che non fosse lì, che non pregasse Dio perché Isacco diventasse Imperatore e Andronico fosse deposto dal regno, venisse arrestato e patisse i mali che aveva fatto(2)”. In questi due estremi, tra di loro non così lontani...

Read More