Giovanni II Comneno
Apr15

Giovanni II Comneno

Giovanni II Comneno L’ascesa al trono Le relazioni familiari giocarono un ruolo fondamentale nel quadro politico dell’impero, e Alessio I Comneno giocò bene. I suoi rapporti con Maria di Alania, già moglie di Michele VII Ducas e Niceforo Botaniate, ed il suo matrimonio con Irene Ducena gli furono di ben grande giovamento. E proprio il figlio di Michele VII, Costantino Ducas, per un certo periodo fu l’erede designato,...

Read More
Giovanni V Paleologo
Feb02

Giovanni V Paleologo

Giovanni V Paleologo Il più lungo regno che la storia bizantina ricordi, dopo quello di Basilio II, ma quanta differenza. E quanta tristezza.  La basileia di Giovanni V segnò un punto di svolta nell’Impero e vantò alcuni primati, ma certo nulla di positivo può essere riscontrato in quello che fu il periodo nel quale i Turchi si riversarono in Europa, nel quale venne fondato il beylerbeycik di Rumelia, nel quale gli eredi di Roma...

Read More
Isacco II Angelo
Gen28

Isacco II Angelo

Isacco II Angelo La famiglia e l’ascesa al trono  Nonostante i compiacenti collegamenti dei rètori di corte, il nome della famiglia che resse Bisanzio alla fine del XII secolo aveva un’origine piuttosto prosaica, e derivava dalla città di Angel, nei dintorni di Amida, in Mesopotamia. Compaiono in effetti degli Angeli in epoca molto antica, ma ben difficilmente possono essere ravvisati dei legami, tanto più che gli stessi...

Read More
Manuele II Paleologo
Nov01

Manuele II Paleologo

L’anno 1349 non fu un anno brillante per l’Impero dei Romani: Genova, furiosa per alcuni provvedimenti che riteneva potessero danneggiarla, scatenò rappresaglie contro Costantinopoli e annientò la flotta bizantina che solo da poco tempo Giovanni VI Cantacuzeno era riuscito con gran fatica a ricostituire, e la ritorsione genovese non era che uno dei tanti eventi che scandivano la tormentata esistenza di ciò che restava...

Read More
Eraclio
Set22

Eraclio

“E c’era non poca gioia il giorno in cui essi entrarono a Gerusalemme, tra singhiozzi e gemiti, tra sfoghi di lacrime dei loro cuori eccitati e commossi, e si percepiva comunione di sentimenti tra l’Imperatore, i principi, le truppe e gli abitanti della città. Nessuno era in grado di intonare i sacri inni a causa delle tremende e profonde emozioni che provavano l’Imperatore e l’intera moltitudine. Eraclio prese...

Read More